Palmento Costanzo

"La famiglia Costanzo fonda le radici dell'azienda vitivinicola alle pendici dell'Etna, portando a nuova vita un vigneto "ad alberello" che, per sua natura, si muove verso il cielo, con ogni vite sostenuta dal suo palo di castagno. È la stessa verticalità, che con l’aiuto delle terrazze, dei muretti a secco, ridisegna il tradizionale paesaggio vitivinicolo etneo sul versante Nord del vulcano.

Qui, in Contrada Santo Spirito, nel borgo di Passopisciaro, la nascita di "Palmento Costanzo" è un vero e proprio atto d'amore. E' la grande passione per questa terra, per l'indomito vulcano, a tracciare la filosofia aziendale: rendere omaggio ai primi vignaioli che, secolo dopo secolo, hanno dato valore al territorio, tessendo la storia della viticultura etnea. Un testamento atavico a cui dare un futuro, con impegno e rispetto, mettendo in risalto l'identità originale del territorio, dei vitigni autoctoni e di quel bagaglio di emozioni ultrasecolari. La voglia inesauribile di voler contribuire a divulgare le bellezze dell'Etna è stata la matrice principale per creare un’azienda innovativa e sempre riguardosa del passato.

Attraverso un minuzioso progetto di restauro conservativo di un antico palmento ottocentesco, la famiglia lega il suo nome ai valori della tradizione e della qualità, con l'obiettivo di produrre un’eccellenza esclusiva  nel suo genere, lasciando che il territorio esprima nel vino la sua massima potenzialità. Il rispetto dell’ambiente e dell’opera dell’uomo generano la garanzia, il benessere e l’integrità del proprio vino, coltivato manualmente e in biologico, nelle varietà del Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante e Catarratto della Doc Etna. Questa passione rende l'azienda una delle ambasciatrici della memoria enologica dell'Etna."

www.palmentocostanzo.com